lunedì 3 marzo 2008

Scambio Temporaneamente 206 Con Rullo Compressore


E' di nuovo primavera, oddio oggi non si direbbe, ma ieri si, c'era un bel sole caldo, niente vento (strano), neanche una nuvola all'orizzonte.
E, come tutti gli anni, sono usciti dal lungo letargo invernale, LORO, la specie primaverile più temuta da tutti gli automobilisti: i ciclisti della domenica.

Adesso io mi domando : ma quando indossano quelle ridicole tutine, automaticamente subiscono una lobotomia completa?
Oppure c'è una potente sostanza segreta sciolta nell'acqua della borraccia, che inibisce la parte del cervello dove hanno sede i ricordi di scuola guida e impedisce la corretta formulazione del concetto ''fila indiana''?
Intendiamoci io non ho nulla contro il ciclista in se per sè, anzi, ammiro il voler fare uno sport all'aria aperta, e il paesaggio marsicano, cioè dove vivo io, con lunghi rettilinei, ampie pianure, leggere colline e anche un pò di montagna (che non guasta) si presta abbastanza bene a questo sport.
Ma il ciclista, per andar bene, deve essere solo, voglio dire, quando escono in gruppo sono peggio di un gregge di capre, con tutto il rispetto per le capre che almeno riescono a muoversi rimanendo strette tra di loro e cercano di occupare meno spazio possibile in strada.
Non è che bisogna assoldare un paio di cani pastore anche per i ciclisti della domenica???

Allora io quattro o cinque cosette da dire ai ciclisti della domenica ce l'avrei, visto che non riescono a rendersene conto:
1) Il sabato e la domenica le strade provinciali del circondario NON sono chiuse al traffico, soprattutto Via Romana, non c'è nessuna tappa del giro d'Italia e soprattutto non è necessario creare il GRUPPOOOONE;
2) Procedere in strada in disordinate file da 4/5 biciclette, non vi rende più forti, non vi rende invulnerabili e non vi fa più simpatici; dopo che una vettura vi è stata dietro per un pò, almeno potreste scansarvi e quando vi supera non fare gestacci;
3) Quando si va in bici si guarda avanti, non si procede di fianco alla prima fila, parlando e ridendo con quelli di dietro, si rischia di invadere l'altra corsia, e potrebbe non essere piacevole.
4) Ma la mamma non vi ha mai insegnato che agli incroci si guarda a destra e sinistra prima di attraversare??? e soprattutto, non è che i semafori sono sempre verdi per voi, il ciclista NON HA, ripeto NON HA un codice della strada personale e riservato...
e Dulcis In Fundo, Le cuffiette! Ragazzi, non è che potete andare in bici ascoltando l'IPod a palla!
Anche questo, possibile che la mamma non ve l'abbia mai detto???

5 commenti:

Hackerina ha detto...

Hai ragione..anche io non sopporto quando si schierano in file da 7 e manco se gli suoni si spostano...
ciao Chiara

Hackerina ha detto...

Hai ragione..anche io non sopporto quando si schierano in file da 7 e manco se gli suoni si spostano...
ciao Chiara

ha detto...

Veramente se gli suoni, ti fanno i gestacci!!
Buon lunedì!

Lara ha detto...

contraccambio la tua simpatica visita..... eeeeeeeeeeee non mi parlare di ciclisti... che gia' li vedo male anche senza traffico :P :P

Anonimo ha detto...

w i ciclisti!!!!