lunedì 24 novembre 2008

La Colazione Ideale

Negli anni dell'università, la colazione, rito sacro per me e Titti, veniva fatta con dei buonissimi biscotti che non si disintegravano, ma rimanevano belli 'composti'... tu tuffavi i pezzetti nella tazza, e loro assorbivano, tanto tanto tanto latte, ma non si rompevano mai... una goduria incredibile!
E Luisa, la mamma di Titti, li faceva apposta per me senza uva passa nè cioccolato... che a me non piacevano!
Per anni è stata la mia colazione preferita insieme con i biscotti all'ammoniaca di nonna, e ieri ho voluto provare a farli da me!

Biscotti Scones di Luisa

• 2 uova
• 150 gr di zucchero
• 100 gr di burro morbido
• 500 gr di farina
• 1/2 bicchiere di latte o panna (io avevo il latte)
• 1 bustina di lievito
• a piacere uvetta e/o scaglie di cioccolato fondente

Ho impastato nel bimby tutti gli ingredienti, ma la sig.ra Luisa, che è 2 passi avanti a me, impasta a mano.

Nell'impasto, se vi piacciono, si possono unire l'uvetta e il cioccolato fondente...
Poi ho trasferito l'impasto sulla spianatoia di silicone infarinata, e l'ho steso in una sfoglia (irregolare) di circa 1/2 cm di spessore.
Con la rotella tagliapasta, ho tagliato delle lingue di circa un cm e mezzo di larghezza, lunghezza... più o meno a occhio.
Le ho disposte sulla placca del forno rivestita di carta forno, e le ho infornate per 15 min a 200°.
Con questo impasto, ho utilizzato 3 teglie.
Naturalmente ieri sera ho cenato con latte e caffè, solo per provare la consistenza dei miei biscotti...e stamattina... goduria delle godurie... colazione a letto!!!

domenica 23 novembre 2008

Una Domenica Produttiva...


Stamattina, causa piccola sanguisuga che si agita nella mia pancia, mi sono dovuta alzare presto, non perchè non avessi più sonno, ma proprio per disperazione... sembrava che la minuscola peste non stesse bene in nessuna posizione.

Così ho pensato di preparare le tortine per la colazione a mio marito... delle belle tortine calde ad accompagnare il caffè e la spremuta che poi gli ho portato a letto.

La ricetta me l'ha data mia zia, non l'avevo provata prima, ma di certo non poteva andar male!

Le tortine con la marmellata di zia Annunziata
• 5 uova
• 300 gr di zucchero
• 300 gr di farina
• 3 tazzine da caffè di olio di semi
• la buccia grattugiata e il succo di un limone
• 1/2 bustina di lievito
• marmellata a piacere (o nutella)

Ho montato le uova con lo zucchero, finchè non sono diventate chiare.
Ho aggiunto l'olio e ho mescolato velocemente.
Per ultimo, ho aggiunto il limone, la farina e il lievito, sbattendo il composto per pochi secondi, giusto il tempo per far amalgamare il tutto.
Intanto ho disposto i pirottini nello stampo per i muffin.
I pirottini andrebbero riempiti per metà del composto, poi va aggiunto un cucchiaino di marmellata o di nutella, che va ricoperto con un altro cucchiaino di impasto.
Io ho saltato l'ultima fase, non li ho 'ricoperti' di impasto, quindi non hanno la superficie carina che dovrebbero avere, ma hanno una specie di squarcio dove ho messo la marmellata.
Ho spolverato le tortine di zucchero a velo, per cercare di mascherare almeno un poco, in compenso sono buonissime!

Di nuovo, parola della mia cavia preferita!!!

martedì 4 novembre 2008

Torta Della Nonna


Mi vergogno un pò a dirlo, ma per anni la torta della nonna è stata per me ''la crostata con la crema, quella con i pinoli sopra'', quindi una torta non meglio identificata.
Venerdì scorso avevamo invitato a cena a casa nostra i nostri papà e il sacerdote che ci ha sposati, siccome non c'era stato il tempo per preparare un dolce, ne avevamo comprato uno... una torta della nonna, per l'appunto.
Non pensavo che sarebbe piaciuta così tanto a Pò... ma quando ho visto la velocità con cui è stata spazzolata, mi è venuta voglia di farne una anche io.

Torta della Nonna

Per la crema:
• 60 gr di fecola di patate
• 100 gr di zucchero
• 500 gr di latte
• 2 uova
• la buccia di mezzo limone grattugiata

Per la base:
• 400 gr di farina
• 150 gr di burro morbido
• 150 gr di zucchero
• 2 uova
• la buccia di mezzo limone grattugiata
• 1 bustina di vanillina
• 1 bustina di lievito per dolci
• 1 bustina di pinoli (da 40 gr ) per guarnire

Innanzitutto bisogna fare la crema che va messa sulla base quando è fredda.
Naturalmente io ho fatto tutto all'ultimo minuto, quindi poi ho messo la pentola della crema a raffreddare in una pentola un pò più grande piena di acqua.
Ma andiamo con ordine... nella pentola per la crema ho messo la fecola, lo zucchero, la buccia del limone e le uova e ho mescolato con le fruste.
Poi ho acceso il fornello e ho aggiunto pian piano il latte freddo, sempre mescolando.
Con la fecola, la crema si rapprende in una decina di minuti.
Da parte, ho messo a bagno i pinoli in acqua fredda per una decina di minuti,per farli attaccare ben bene alla torta, quando poi si va a guarnire.
Per la base, ho impastato gli ingredienti velocemente proprio come per la crostata normale; ho steso 3/4 della pasta con il mattarello sulla carta forno e poi l'ho modellata nella tortiera tenendo in alto i bordi.
Ho versato il ripieno e ho ripiegato i bordi in dentro.
Con il restante quarto di pasta ho preparato la griglia della crostata, stendendo la pasta molto fine.
Dopo aver posizionato la griglia sulla crostata, ho asciugato i pinoli e li ho più o meno distribuiti sulla torta; e il tutto si è catapultato in forno per 30 minuti a 180°.
Non sono mai stata fortunata con le crostate, questa in particolare è un tantino anemica... ma è buonissima...
Parola di Pò!

venerdì 31 ottobre 2008

Il Galletto Vallesplugaaa....


Ebbene sì... ancora non mi abituo ai rumori della nuova casa.
Non che dove abitavamo prima non si sentisse nulla... anzi, ma diciamo che erano diventati rumori familiari, invece adesso mi sembra sempre che qualcuno stia cercando di entrare in casa, anche quando invece è palesemente colpa del vento forte, come l'altra sera.
Ma apparte i rumori strani e la peste nella mia pancia che mi svegliano e, soprattutto, mi tengono sveglia, quello che proprio mi indispone è il galletto che sta nell'orto dietro casa mia.
Intanto avrebbe bisogno di un bravo otorinolaringoiatra perchè il suo chicchirichìììì è un pò rauco, niente a che vedere con il chicchirichììì allegro dei cartoni animati...
Poi gli servirebbe un bel registro all'orologio... lo saprà che leggenda vuole che il gallo canti all'alba?
Tanto per dirne una, stanotte ha cantato per la prima volta alle 3 (controllato sul cellulare ^__^)
voglio dire, buio pesto, non ha neanche la scusante dei lampioni, perchè dietro casa mia non ce ne sono.
E dalle 3 non ha smesso fino a stamattina... più o meno un rauco chicchirichì ogni mezz'ora.
Che sia un tantino confuso e pensi di essere un cucù???
Tanto per la cronaca... se continua così, io lo vedrei molto molto bene con contorno di insalata e patatine!

giovedì 30 ottobre 2008

BlogCandy

Ho lasciato un messaggio per partecipare al blog Candy di Iciflower...
Così le faccio pubblicità!

lunedì 27 ottobre 2008

Fagiolino...

E qui si aspetta Fagiolino.
Ci si informa su come sta, su cosa dice il dottore.
Si chiede se si sente già quando si muove.
... Nel frattempo, Fagiolino ha un guardaroba da far invidia alla Prenatal.
E Fagiolino ha appena 5 mesi... di gestazione!
E intanto la Regina è solo una portatrice sana di erede...

giovedì 23 ottobre 2008

Premio Dardos


Barbara mi ha gentilmente voluto premiare ^_^

E' un premio che riconosce i valori che ogni blogger dimostra ogni giorno nel suo impegno a trasmettere valori culturali,etici,letterari e personali. In breve, mostra la sua creatività in ogni cosa che fà.

REGOLE:
* Accettare e visualizzare l'immagine del premio e far rispettare le regole
* Linkare il blog che ti ha premiato
*Premiare altri 15 blog e avvisarli del premio

Ora...io ti ringrazio tanto Barbara... ho accettato il premio che mi hai voluto donare, ho linkato con grande piacere il tuo blog, perchè trovo che tu sia una persona davvero creativa...
Ma mi spieghi dove li trovo altri 15 blog da linkare???

Ti accontenti di cinque soli??????
* Ornella
* Terry
* Minny (anche se è da un pò che è assente...ma è la persona più creativa che io conosca ^___^)
* Vale
* Francesca

mmm di meglio non riesco a fare!

mercoledì 22 ottobre 2008

Quanto è grande il cuore di una Tarta (cit.)???

Ma secondo voi quanto è grande il cuore di una tarta??? ...si è no quanto una noce ^___^ (cit.)
Forse,... ma il cuore della Tarta è un cuore grande grande... immenso quasi.
Dove c'è posto per tutti... compresa me.

Grazie Tarta!











*** Il cuscinetto che ho ricevuto io è quello al centro!

Le foto le ho ''prelevate'' dal suo splendido blog!

martedì 14 ottobre 2008

Flan Alla Crema

Ho appena realizzato che ultimamente posto solo ricettine...
Bè il motivo è semplice... ho un forno nuovo, che non fa scherzi tipo spegnersi all'improvviso o rimanere acceso mooolto oltre il tempo programmato, insomma un forno che funziona davvero!
Eppoi cucinare mi è sempre piaciuto, eppoi... sono 4 mesi che sono a dieta... e ultimamente ne sono davvero stanca!
E se ci penso, avevo detto a Pò che ci sarebbe stato sempre un dolce a colazione...

Ieri, sempre cercando una ricetta per quelle girelle chenonmiricordocomesichiamano della pasticceria francese de L'Aquila, ho trovato questa ricetta, e ho pensato che dovevo subito provarla!
E la voglio dedicare a Titti, e se mi verrà a trovare, gliela farò anche assaggiare!

Flan alla crema

• 1 dose di pasta frolla fatta con questa ricetta oppure comprata al super
• 100 gr di fecola di patate
• 150 gr di zucchero
• 3 uova
• 1 l di latte
• 2 bustine di vanillina


Ho preparato la frolla e l'ho lasciata riposare per un pò
Nel bimby ho messo la fecola, la vanillina e lo zucchero, ho aggiunto un uovo e ho fatto amalgamare per trenta secondi a velocità 4.
Poi ho aggiunto un altro uovo, e poi l'ultimo sempre facendoli amalgamare bene, tra l'uno e l'altro.
Ho aggiunto il latte e impostato la cottura a 90° per 8 minuti a vel.4
Mentre il bimby cuoceva la crema, ho steso la frolla... aimè stamattina mi sono accorta che era un pò troppo sottile!
Naturalmente la crema si può fare anche senza bimby ^__^ girandola in continuazione a fuoco lento finchè non si addensa.

Ho foderato la tortiera in silicone con la carta forno e sopra ho steso la sfoglia.
Quando la crema si era intiepidita, l'ho versata nello stampo e infornato a 220° per 45 minuti.
In realtà, più o meno quando era passata mezz'ora, ho abbassato la temperatura a 200° perchè mi sembrava si stesse gonfiando un pò troppo...
Questo è il risultato...
Apprezzatissimo da Pò e anche dai colleghi in ufficio!
E spero che Titti la verrà ad assaggiare... è proprio come quella della pasticceria francese!!!

giovedì 9 ottobre 2008

La Torta Zebra

Veramente cercavo una ricetta per fare dei dolci particolari che vendono alla pasticceria francese de L'Aquila, sono delle belle girelle ripiene di cioccolato o crema, hanno un gusto davvero particolare, ricordano vagamente (ma molto vagamente) un croissant, ma tanto non mi ricordo come si chiamano, quindi mi sono persa nella ricerca.
E mi sono imbattuta in questo sito, e dopo averlo spulciato per bene, ho trovato questa ricetta, veramente a me le torte metà bianche e metà nere non è che piacciono molto, ma mi è sembrata perfetta per la prima colazione!

Naturalmente sono tornata a casa con l'idea di rifarla... ma una volta arrivata, mi sono accorta che avevo lasciato la stampa in ufficio... sgrunt!
Poco male, ho fatto un mix fra la ricetta del ciambellone di nonna e la torta al cacao, in fondo quello che mi ha attirato è soprattutto l'aspetto!

Torta Zebra (rivista e corretta)

• 300 gr di farina
• 200 gr di zucchero
• 4 uova
• 300 ml di latte
• 200 ml di olio di semi
• 1 bustina di lievito vanigliato
• cacao amaro q.b.

Ho messo tutti gli ingredienti del mixer tranne il cacao, la ricetta originale prevedeva che tuorli e albumi fossero montati separatamente... ma io, nonostante ricordassi perfettamente di averlo letto, non avevo tempo!
Ho poi diviso l'impasto in due parti, e in una ho aggiunto il cacao finchè non ha preso un bel colore marrone.
Dopo aver imburrato la tortiera di silicone, sono passata alla vera fase ''difficile'' di questa torta: far venire le strisce della zebra!
Come avevo letto nelle istruzioni, ho messo un pò di impasto bianco al centro della tortiera, poi l'impasto nero al centro di quello bianco, poi ancora il bianco al centro di quello nero, e così di seguito.
Non ho spalmato/livellato l'impasto nè ho scosso il testo per distribuirlo meglio, proprio come si raccomandava la ricetta originale... e questo è il risultato!

lunedì 6 ottobre 2008

Un Produttivo Week End


Questo WE non me ne sono stata con le mani in mano...
Ho finito i bavaglini per Denise e per Samuele, se non fosse che Denise è nata una settimana fa, ma io sono scusata, ho avuto l'influenza... non potevo andarla a trovare!
I nomi li ho composti qui.
Adesso vorrei finire un centro all'uncinetto che giace lì iniziato da fin troppo tempo...

E poi vorrei rimettermi in paro con i Flip it del Sal Lizzikettando, sono un pò fuori stagione... mi sono arenata a maggio!
E penso proprio che dovrei mettere anche qualche crocetta al mio Wedding Sampler... lasciato lì lo stesso dalla fine maggio...
Ma non vorrei fare troppe cose???

Sul fronte casa, invece, siamo riusciti ad andare a vedere qualche lampadario... anche perchè la situazione lampadari al momento è questa... nonostante la cosa più urgente da trovare sia una libreria!!!

venerdì 3 ottobre 2008

In ufficio...

Premessa: L'azienda in cui lavoro, e che è della mia famiglia, vende pneumatici.

C=Cliente P=Pà

P: Buongiorno sono Pà
C: Buongiorno sono Cliente avrei bisogno di questo pneumatico...
P: Subito disponibili abbiamo questo a tot euro, quello a X euro...
C: Vanno bene le quello... ma come sono? ...belle??
P: ???? (rotonde e nere, con un buco in mezzo... va bene???)

giovedì 2 ottobre 2008

Risotto Con La Provola Affumicata e Lo Speck


A casa si mangia, in genere, il primo a pranzo e il secondo a cena.
Se poi conti che le preparazioni si devono scontrare con quello che non piace a me, quello che non piace a Pò e soprattutto, quello che c'è nel frigo... Bè la cosa si complica un pochino!
A tutto questo si deve aggiungere che a pranzo abbiamo pochissimo tempo!
Per cui... oggi risottino veloce veloce!

Risotto con la provola affumicata e lo speck

Ingredienti per 2 persone:
• 250 gr. di riso
• 150 gr. di provola Affumicata
• 1 bicchiere abbondante di vino bianco (ma a casa c'era aperto il rosso...)
• 500 gr. di acqua
• 1 dado vegetale
• 100 gr. di olio
• 1 cipollina piccola
• prezzemolo tritato

Ho messo l'olio e la cipollina a scaldare, c'ho buttato dentro il riso, e l'ho fatto tostare.
Ho aggiunto il vino, e rimestando l'ho fatto evaporare, pian piano ho aggiunto il brodino fatto facendo sciogliere il dado nell'acqua calda.
Mentre rimestavo, ho tagliato a pezzettini piccoli la provola (quella avanzata da ieri) e a listarelle lo speck.
Quando il riso era quasi cotto, ho aggiunto la provola e lo speck, rimestando energicamente per far sciogliere la provola.
Sui piatti ho aggiunto il prezzemolo sminuzzato grossolanamente ;)

Un buon risotto, l'unica pecca la scelta del vino.
Innanzitutto un rosso non va bene per il colore, voglio dire, un riso viola non è appetitoso alla vista, a meno che non sia al radicchio, e soprattutto non è fotogenico.
Poi ho usato un Montepulciano d'Abruzzo, l'Indio, che ha un sapore troppo forte.
A volte quando leggi ''vino bianco'' devi procurarti proprio un vino bianco!!!

Girandole Di Vitello (Sarebbero Dovute Essere Di Pollo)


Mi ero fotocopiata questa ricetta da una rivista della collega, la cucina moderna, un pò di settimane fa... E adesso la fotocopia è riuscita fra le cartacce che si sono accumulate nello studio di Pò!
Vi posto la ricetta originale:





Girandole di petto di pollo

Ingredienti per 4 persone:

• 800 gr di petto di pollo a fettine

• 150 gr di spalla cotto

• scamorza dolce q.b.

• 1 spicchio d’aglio

• 1 mazzetto di prezzemolo

• 1 mazzetto di basilico

• Olio extravergine di oliva

• Sale q.b.

• Pepe q.b


Naturalmente io in casa avevo delle belle fettine di vitello, della provola affumicata già tagliata in fette sottili e soprattutto a Pò non piace nè la spalla nè il prosciutto cotto... quindi si sono rese necessarie alcune modifiche:


Girandole di vitello

Ingredienti per 2 persone:

• 3 belle fettine di vitello

• 100 gr di prosciutto crudo

• Provola affumicata a fette sottili

• 1 spicchio d’aglio

• 1 pugno di prezzemolo

• 1 pugno di basilico

• Olio extravergine di oliva

• Sale q.b.

• Pepe q.b


Ho sbucciato l'aglio, e l'ho cacciato nel bimby a tritare insieme con prezzemolo e basilico e un pò di olio, e al composto ho aggiunto un pò di sale e pepe.
Ho preso le fettine di vitello, l'ho spennellate per bene del trito di aglio/basilico/prezzemolo, poi ho messo una bella fetta di prosciutto crudo su ciascuna, due fettine di provola e ho arrotolato il tutto, cercando di comprimere il più possibile il ripieno. Per aiutarmi, l'ho trafitto con uno stizzicadenti ;)
A questo punto,ho tagliato ogni rotolino a fettine di circa 2 cm di larghezza, che ho cercato di infilare nello spiedino prima di farle rompere, mettendo 4 girandoline in ogni spiedino.
Ho spennellato di nuovo gli spiedini e li ho fatti cuocere sulla piastra per pochi minuti da un lato, poi ho girato gli spiedini e spento il gas, e lasciato cuocere a fuoco spento per qualche altro minuto...
Non male, davvero niente male!!!

lunedì 29 settembre 2008

I Mini Plum Cake di Simona




Come molte persone, penso :), identifico le ricette con chi me le ha date, così da associare al volo la ricetta scritta a quella particolare torta o dolcetto.
Per cui il mio ricettario, che sto copiando dal vecchio che ho lasciato a mamma, è pieno di titoli di questo genere: pizzette di Zia Antonia, torta di mele di Nonna, focaccia ai pomodorini di Apollonia, i segreti di Zia Anastasia... e così via!
Questi sono i mini plum cake di Simona!

Mini perchè sono stati sempre fatti nei pirottini piccoli, cioè come sono stati presentati la prima volta, ma penso che in quelli grandi sia lo stesso!

I Mini Plum Cake di Simona

Ingredienti:
• 300 gr. di farina
• 250 gr. di zucchero
• 5 uova
• 3 tazzine di olio (sono circa 170 gr.)
• 2 vasetti di yogurt bianco Muller (perchè il vasetto è più grande ^__^)
• nutella
• 1 bustina di lievito

Ho messo tutti gli ingredienti insieme, tranne la nutella, e li ho amalgamati per bene.

Poi ho disposto sulla teglia del forno, i pirottini vuoti, con questa dose ne escono circa un centinaio, di pirottini piccoli, quindi forse è il caso di ricordarmi di dimezzarla la prossima volta, oppure provare finalmente a comprare i pirottini un pò più grandi!

Con il mestolo piccolo, ho messo l'impasto dentro ciascun pirottino riempiendolo per metà.

Intanto ho scaldato la nutella nel micro per 40 secondi per farla essere più fluida... non so da voi, ma qui sembra arrivato l'inverno!

Dopo aver riempito tutti i pirottini (su due teglie da forno) ho preso la nutella con il cucchiaino, e l'ho fatta colare sui pirottini, uno schizzetto ciascuno!

In forno vanno a 150° per 15-20 minuti

E stasera li mangeremo, insieme alla torta, per il mio compleanno ;)

venerdì 26 settembre 2008

Ciambellone Al Mascarpone


Da sabato scorso, siamo andati a vivere a casa nuova...
Bè, più che una casa adesso sembra un magazzino, ma l'importante per me è avere un vero forno funzionante!
Così lunedì ho fatto una torta di mele ''ad occhio'' e oggi il ciambellone al mascarpone.




Ciambellone al mascarpone (che fa anche rima)

Ingredienti:
• 300 gr. di farina
• 150 gr. di fecola di patate
• 3 uova
• 100 gr. di latte
• 100 gr. di burro fuso
• la scorza di un limone grattugiata (ma io avevo solo le fialette di aroma al limone e ne ho messa metà)
• 250 gr. di mascarpone
• 250 gr. di zucchero
• 1 pizzico di sale
• 1 bustina di lievito per dolci
• 100 gr. di gocce di cioccolato fondente, o cioccolato tagliato a scaglie

Ho messo in una terrina le uova e lo zucchero, e li ho montati insieme.
Quando il composto è diventato chiaro, ho aggiunto la mezza fialetta di limone, il mascarpone e il burro, e ho mescolato finchè non è diventato cremoso.
Ho aggiunto il latte, un pizzico, ma proprio un pizzico, di sale e un pò di farina, e poi sempre mescolando, il resto della farina, il lievito e la fecola.
Il composto alla fine viene abbastanza denso e cremoso.
Ho preso le gocce di cioccolato che avevo in casa (a me il ciambellone con il cacao non piace) e le ho aggiunte al composto, mescolando un pò alla buona, giusto per farle andare un pò dappertutto.
Ho messo tutto nello stampo di silicone ...e viiiiia in forno per 35 min, a 180°

E poi... dopo aver messo il ciambellone sulla tortiera, e coperto con uno strofinaccio... sono dovuta venire in ufficio... E adesso non vedo l'ora di andare ad assaggiare come è venuto!!!

martedì 16 settembre 2008

In Giro Per Blog...(3)


A quest'ora, poco prima di pranzo, mi viene fame.
Terribilmente, inesorabilmente, mangerei un cavallo, se ne avessi uno a disposizione, è ovvio.
Conto i minuti che mi separano dal tornare a casa, ma l'orologio di windows a quest'ora mi fa gli scherzi e nonostante la mia impazienza rimane fermo lì, senza muoversi, per un tempo che mi sembra infinito.
E comunque, a casa non ho niente di pronto, il pranzo si deve inventare, l'acqua si deve mettere a bollire, si deve scegliere la pasta e il condimento...
E che si preparino alla svelta, please!
E a quest'ora in genere vado a dare una sbirciatina su questo blog...
Masochista.

lunedì 15 settembre 2008

E' Arrivata Ilaria


Venerdì scorso è nata Ilaria, un frugolotto con grandi occhi neri e una testolina piena zeppa di capelli che pesa 3 chili e mezzo.

Siamo andati a conoscerla ieri, e le abbiamo portato questo bavaglino.

Che mi sia tornata la voglia di crocettare???

In realtà avrei da ricamare anche il bavaglino che vorrei regalare a Denise... che nascerà fra una decina di giorni... credo che comincerò con lo sfogliare i miei millemila giornali, in cerca di un'idea si intende...

E intanto... Tanti auguri Ilaria, e tanti auguri a mamma e papà!



*** La scritta sul bavaglino sarebbe stata mooooolto semplice, e non ci avrei messo tutto il pomeriggio per realizzarla se non avessi utilizzato il satin Dmc...
Davvero un bellissimo effetto, ma cavoli...
Promemoria per me: Il satin si utilizza solo con brevi (brevissime) gugliate e assolutamente non su supporti preconfezionati!

mercoledì 10 settembre 2008

Test, Test, Test!!!

Ok... adesso ho preso il Via...

Leggendo la Tarta e seguendo i link...

Ho scoperto che se fossi un super eroe... sarei...

Ebbene si... Paperinik...
Ma...
Dato che c'ero... seguendo i link pubblicati da Francesca ho scoperto che, essendo io nata di giovedì...
Giovedì
Estremamente difficile costringere un individuo nato di giovedì a fare qualcosa per la quale egli non si senta personalmente motivato (vero) . I nati in questo giorno sono fondamentalmente di due tipi: introversi ed estroversi; entrambi tuttavia, perseguono obiettivi decisamente personali. Il loro è un mondo assolutamente privato, nel quale poche persone sono ammesse, ma a quelle poche persone sanno dare l'anima (anche questo è vero...).
I più introversi tendono a non allontanarsi mai troppo da casa (spesso anche il luogo di lavoro non è mai troppo distante) (mmm...però... anche questo è vero...) e a circoscrivere la loro vita in modo che i luoghi che più frequentano presentino le stesse caratteristiche della loro casa: sicuri, ben conosciuti, al riparo da occhi indiscreti.
Quanto ai più estroversi, essi possono inizialmente sembrare innocui, ma quando li si vede in azione bisogna stare attenti che il loro atteggiamento, per cosi dire, spumeggiante e gioviale, non si trasformi in incontrollata esaltazione.

La motivazione personale dei nati di giovedì si manifesta spesso in un hobby o in un'attività extra-lavorativa che spesso li interessa anche di più della loro professione (verissimooooo!!!) : in essa non esiteranno a riversare il massimo dell'energia, riuscendo spesso a trasformare la loro passione in un'attività remunerativa.

In famiglia sono al quanto gioviali, dedicano molto tempo ad essa e soprattutto ai figli.

PIANETA DOMINANTE GIOVE

CONSIGLI
Imparate a piacervi di più. Cercate di fare ciò che potete per gli altri. Incanalate la vostra energia verso obiettivi creativi. Scoprite le vostre paure e lavorate su di esse.

Bè che dire... WOW!
Se lo fate anche voi... fatemelo sapere...!!!

Spatzli Agli Spinaci...con la ricotta fresca!


La Tarta mi ha richiamato... perchè non scrivo più!
E allora mi è venuto in mente di pubblicare quel che ho mangiato oggi... gnam gnam..
Sempre cucinato da Pò, ma stavolta ho dato una mano anche io!






Gli Spatzli agli spinaci con la ricotta fresca.

Ingredienti:
Per gli Spazli (che però Pò ha preso all'Iper):
• 200 gr. farina
• 3 uova
• 3 cucchiai di latte
• 250 gr. di spinaci lessati e tritati
• 1 cucchiaio di olio extra-vergine d'oliva
• sale

Per il condimento:
• Speck tagliato a striscioline
• 3 cucchiai di panna da cucina
• 3 cucchiai di ricotta fresca
• burro
• 1 cipolla piccola
• un piccolo rametto di salvia
• sale e pepe q.b.

In una padella capiente, noi abbiamo usato il wok, dove poi abbiamo anche spadellato gli spatzli, abbiamo fatto sciogliere il burro a fuoco lento, poi abbiamo aggiunto la cipolla tritata, dopo qualche secondo lo speck e il rametto di salvia e abbiamo aggiustato di sale e pepe.
Se lasci lo speck troppo sul fuoco si indurisce... magari è meglio se me lo ricordo!!!

Per fare gli Spazli, copio e incollo le indicazioni che avevo trovato da qualche parte... purtroppo in genere non penso a salvare la provenienza... (peccato... perchè magari avrei potuto trovarci altre idee) !

Comunque : (inizio copioeincollo) Per preparare gli spatzli: mettere in una terrina la farina, le uova, gli spinaci ben strizzati, il latte e il sale; lavorare energicamente il composto fino ad ottenere una pasta molto morbida.
Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata; far scendere gli spatzli nell'acqua attraverso lo schiacciapatate.
Scolarli con la schiumarola non appena vengono a galla, e bloccare la cottura versandoli per qualche secondo in acqua fredda; a questo punto scolare di di nuovo (Fine del copioeincollo)

Mi sono ripromessa di provare a farli da me, magari quando finalmente la mia cucina nuova sarà operativa... e sì perchè l'hanno montata, è lì che mi aspetta... ma ancora non abbiamo il gas... quindi niente casa nuova...

Ma, tornando alla ricetta...
Noi abbiamo versato gli spatzli nel wok, l'abbiamo ripassati per un attimo, poi a fiamma spenta, abbiamo aggiunto la panna e la ricotta fresca, che hanno formato una cremina.
In realtà la ricetta originale prevedeva un pò di panna in più e la ricotta affumicata grattugiata... ma noi non ce l'avevamo a disposizione... ;)
Non che la ricetta ne abbia risentito poi molto...
Diciamo che anche stavolta abbiamo gradito!!!

P.s. ho fatto anche una foticchia al piatto... ma ho dimenticato di scaricarla... ;)
Edit del 15.09.08 : ho inserito la foto!

mercoledì 27 agosto 2008

mercoledì 20 agosto 2008

A Voler Fare...



Sarà che Livigno è un posto splendido (nonostante sia la cittadina alpina più inquinata a causa della sua particolare situazione fiscale, non a caso è la meta preferita dei camionisti);

Sarà che passeggiare e passeggiare e passeggiare mi ha fatto davvero bene;

Sarà che sono risalita su una bicicletta dopo 12 anni e sono ancora capace! (è proprio vero che come andare in bici non si dimentica mai!);

Sarà che con il fresco mi sono fatta delle dormite incredibili anche durante il giorno (e poi mi sono svegliata in piena notte però ...);

Sarà che la vista del massiccio e del ghiacciaio dello Stelvio, nonostante le curve, toglie il fiato;

Sarà che a me ha fatto tanto ridere che Pò sia andato a sciare il 14 Agosto;

Sarà che abbiamo mangiato davvero tanto e bene;

Sarà che per dopo tutto questo dovevo consolarmi del ritorno;

Sarà che avevo una gran voglia di dolce;

Sarà che domenica pomeriggio non avevo nulla da fare;

Sarà che stranamente ho voglia di fare qualcosa;

Sarà per questi o per qualche altro motivo... ma domenica scorsa mi son messa ai fornelli e ho fatto le crepes e la pannacotta...

E sarà che a fare finalmente qualcosa in casa, ti vien voglia di fare di più... stasera ho intenzione di fare un pò di comode conserve di sughetto con il pomodoro fresco, da utilizzare per condire la pasta quando hai i minuti contati.

Poi vi racconto come andrà!

P.s. Il Voler Fare ha contagiato anche Pò (in ferie fino al 30 Agosto), e oggi a pranzo ho mangiato Spatzli agli spinaci (comprati... mica li ha fatti lui eh eh eh), con panna, ricotta e speck.
Peccato averli divorati prima di fare una foto!

venerdì 8 agosto 2008

Che Succede...


... se devi cercare una fotocamera di cui non hai notizie da almeno...
Boh! Quando le ho fatte le ultime foto???
Non me lo ricordo... Forse...
Ah sìììì... A Creativando.. il 28 giugno...
Già è passato più di un mese???
Come faccio a ricostruire gli spostamenti della fotocamera se è passato più di un mese???
Mumble mumble mumble...
Mettiamo i criceti a lavoro...
Forse nella cameretta, tanto è lì che finisce tutto ciò che deve essere messo via in fretta...
Ma da dove comincio???
Dalla libreria,***Lampo di Genio*** non si sa mai cosa si riesce a trovare nella libreria.
Ma niente dopo mezz'ora, una busta piena di giornali e una di indifferenziato... niente.
Dove sarà andata a finire???
Attaccherò l'armadio, ma prima devo fare un piano strategico per far sì che la valanga di cose messe dentro alla rinfusa non mi cada addosso...
Con cautela, di lato rispetto all' apertura, apro con l'unghia l'anta...
e guardo il caos rovinare ai miei piedi...
Ah...guarda un pò dove era andata a finire la magliettina gialla!!!
Cosa non si riesce a trovare, cercando qualcos'altro!
E intanto cercherò di mettere un pò d'ordine!
Ma dopo 1 busta di vestiti vecchi da portare alla Caritas, un'altra di carta per la raccolta differenziata, la magliettina gialla, la canottina verde e i pantaloni marroni che sono misteriosamente tornati alla vita...
Di LEI nessuna traccia.
Mi arrendo.
Chissà cosa stavo facendo l'ultima volta che l'ho vista...


Stavo pasticciando con la macchina da cucire!!!
Allora vediamo, ero in sala, con tutto il tavolo ingombro, avevo intorno la stoffa con le fragole... il panno lenci verde e quello beige, la stoffa a quadretti gialla e la cerniera gialla...
Ah si... la busta dell'imbottitura!!!
Ma dove l'avrò messa l'imbottitura???
è un pò che non me la ritrovo fra i piedi!
Era una bella bustona...mica scompare...
Nello studio di Pò!
e infatti è lì...
Dentro l'armadietto dello studio, la rediviva fotocamera fa l'occhiolino dalla busta dell'imbottitura!
Magari averci pensato prima!

giovedì 7 agosto 2008

06 Agosto 1945


Ieri mio marito mi ha chiamata in ufficio per dirmi ''che giorno è oggi?''

Lì per lì non mi ha detto nulla... il 6 agosto, il 6 agosto, il 6 agosto... niente.

Cercavo qualcosa che mi parlasse di noi, credevo di aver dimenticato una data importante nella nostra storia... ma non mi veniva in mente nulla.

Veloce ricerca su Wikipedia...

Il 6 agosto è l'anniversario della prima bomba atomica, quella sganciata su Hiroshima.

Lo chiamo subito.

Stamattina, nel mio giretto per blog ho letto un bel post di Tarta, e mi è venuto in mente questo post.
Devo dire che non mi indigna la presenza di bombe in Italia, nè gli accordi con gli Usa; mi indigna il fatto che pensino che ci sia la possibilità di usarle contro i paesi ''sospetti'' di terrorismo.

Mi chiedo se Hiroshima non abbia insegnato nulla.

E' possibile che dopo 63 anni, dopo circa 258.000 morti in tutti questi anni, dopo che ogni anno vengono aggiunti nomi sul cenotafio nel Parco della Pace... è possibile che ancora si pensi di poterle utilizzare?
è possibile che gli americani pensino ancora che fosse un atto che ha portato velocemente alla resa del Giappone, e quindi alla fine della guerra?
è possibile che siano ancora fieri e convinti... e che pensino di poterlo rifare?
Oggi come un anno fa, mi colpisce e mi fa rabbia la rassegnazione con cui i giapponesi hanno accettato questa cosa, ma si sono rialzati nonostante la batosta caduta sull'impero e sull'imperatore in cui riponevano cieca fiducia, e hanno ricominciato.
Hiroshima è una bella città molto moderna, come tante città in Giappone, che ieri mattina si è fermata alle 08:15 al suono della campana che ricorda l'esplosione della bomba.
C'è ancora il ponte Aioi, il famoso ponte a forma di T che era il punto di riferimento e l'obiettivo dell'equipaggio dell'Enola Gay.

Il Parco della Pace stupisce per la calma e il silenzio, si sente quasi l'acqua che scorre nei monumenti...
Sì, perchè l'acqua c'è ovunque, perchè in quelle terribili ore dopo l'esplosione, le persone colpite cercavano solo acqua per dissetarsi, per dare sollievo alle ferite, per un pò di fresco all'inferno.

Che poi Hiroshima è stata scelta proprio quella mattina, perchè la visibilità era abbastanza buona.

Bè, a me questo fa rabbia.

Mi fa rabbia che si decida delle sorti dell'intera popolazione di una città, in base proprio al numero della popolazione, al danno che si poteva arrecare, al clamore che si poteva suscitare.

Mi fa rabbia che una delle variabili per eccellenza : il tempo, abbia deciso per una città invece che per l'altra, non che l'altra fosse stata meglio, solo che il fatto che il fattore meteo sia stato determinante, fa risaltare ancora di più la leggerezza con cui è stata presa questa decisione.

Mi fa rabbia che si possa anche solo pensare di replicare lo scempio, la morte e la distruzione di Hiroshima.

Mi fa rabbia leggere la parole del colonnello Tibbets, quello che diede al B-29 il nome di sua mamma e sganciò la bomba: '' Vorrei che mi si considerasse un patriota, un uomo capace di fare il proprio dovere … uno che ha servito il suo paese meglio che ha potuto''.

E mi fa rabbia il solo pensiero che la Fiamma della Pace, una fiamma perpetua che sarà spenta quando verrà disattivata l'ultima arma nucleare sulla Terra, con queste premesse, non verrà mai spenta.




Immagine di Il quaderno di Hiroshima Da leggere: Il quaderno di Hiroshima, di Daisaku Ikeda.

La Casa Nasconde, Ma Non Perde.Forse.


Sono sicura di averla vista.

Qualche settimana fa, da qualche parte.

Sono anche sicura di aver pensato 'Devo assolutamente metterla a posto, altrimenti non la troverò più''.

E sono arci-sicura di non averlo fatto.

E di non averla toccata più.

E, adesso che ci penso, di non averla vista più.

E l'altro giorno ci serviva.

Ma abbiamo girato e rigirato tutta casa, e di lei nessuna traccia.

Che fine avrò fatto fare alla fotocamera digitale???

mercoledì 6 agosto 2008

Rimedi Casalinghi.


Ovvero: Ode ai Pomodorini.


Cosa non deve mancare in frigo in estate (ma anche in inverno non guasta)?

Il Pomodorino Ciliegia.

Voglio dire, ti risolve il pranzo in quattroequattrotto.

Dall'antipasto... li svuoti e li riempi di philadelphia con una foglietta di basilico ci sta 'na favola;

Al primo... Semplice in padella con olio extra vergine d'oliva, aglio e basilico fresco, è un sughetto niente male, spicciolo e veloce; Sempre spadellato velocemente con rucola e speck, è perfetto per tortellini & agnolotti alla carne; se poi hai in casa dei simpatici strozzapreti freschi, ci sta 'na meraviglia speck e zafferano...

E che dire poi del secondo e del contorno??? ti risolvono pure quello!

Per una simpatica pizzaiola veloce in padella con l'origano, ma anche per infornare i petti di pollo panati e non farli seccare troppo...

Che vuoi di più dalla vita???

Un pomodorino ciliegia!

Se poi ce li hai sempre a portata di mano nell'orto di zio, è meglio ;)

Brillante Weblog



Francesca , simpaticissima aNobiana, mi ha ''regalato'' questo premio, nonostante la mia lontananza dal web...
Brillante Weblog viene assegnato a siti e blog che risaltano per la loro brillantezza sia nei temi che nel design e il suo scopo è quello di promuovere tutti nella blogosfera mondiale.
Regolamento:
1) Al ricevimento del premio, bisogna scrivere un post mostrando il premio e citare il nome di chi ti ha premiato mostrando il link del suo blog;
2) Scegli un minimo di 7 blog (o di più) che credi siano brillanti nei loro temi o nel loro design; esibisci il loro nome e il loro link e avvisali che hanno ottenuto il Premio “Brillante Weblog”;
3) (Facoltativo) Esibire la foto (il profilo) di chi ti ha premiato e di chi viene premiato nel tuo blog.
Come posso decidere a chi passarlo? Tra l'altro tutti i blog che visito regolarmente l'hanno già ricevuto...
Per cui lo considero assegnato d'ufficio a tutti quelli che vorranno passare di qua!

''Sottovoce, perchè non vorrei...''


''... che la Telecom mi sentisse, e mi facesse uno scherzetto...''

Ma ho l'adsl! che funziona veramente! cioè, non a tratti, non a carbone, ma veramente veramente veramente!!!

E ne ho approfittato subito per fare un giretto fra i preferiti, e rimettermi in paro!

Per scoprire che sono tutti in ferie... buuuu tranne io!!!

uffa.

Mancano ancora 5 giorni alle mie, di ferie... e speriamo che quest'anno non succeda nulla che le interrompa.

Cioè nessun cliente che mi costringa a telefonare a qualche collega in giro per l'Italia, per concordare un soccorso.

Nessun grattacapo che mi costringa a venire in ufficio...

Insomma niente contrattempi di nessun genere... è chiedere troppo???

Dopo queste ultime 2 settimane in ufficio, ho davvero bisogno di un pò di riposo...

Apparte il fatto che mi addormenterei ovunque... e domenica scorsa, per la prima volta in vita mia, mi sono addormentata in spiaggia... e mi sono scottata le ginocchia.

Cioè, chi è che va a mettere la crema protettiva alle ginocchia???

Bè, dalla prossima volta... sicuramente io.

lunedì 21 luglio 2008

Internet e altre cose... compreso l'Italgas.

14 luglio 2008
Internet.
Diciamo che non sono stata fortunata o che ho parlato, come al solito, troppo presto.
Nel mio precedente post mi sono rallegrata della ritrovata linea... ma invece era un tranello!
Dieci minuti di adsl, giusto per fare qualche giretto fra i preferiti, e poi??? ripiombare nel misero 56k o giù di lì...
Praticamente una connessione a carbone, quando va bene, il più delle volte a manovella.
E ti ritrovi isolata dal mondo conosciuto.

15 luglio 2008

Quiz vacanzifero della Tarta

Mi piacerebbe postare il premio per il quiz vacanzifero della Tarta, ma per caricare una foto credo ci metta tutta la mattina, quindi vi rimando al suo articolo, e alle sue foto, io ho ricevuto il libro della Yoshimoto, e il segnalibro giallo, ma nel pacco c'era anche tutto l'occorrente per una giornata di vacanza.

Grazie Mille Tarta, sei super!

16 luglio 2008

Italgas.
Aggiornamenti sul fronte casa: abbiamo scoperto che la cosa più difficile del mondo è far allacciare il gas.

Altro che mercato libero dell'energia, se vuoi il contatore nuovo da queste parti, ti devi rivolgere per forza all'italgas.

Che non ha uffici decentrati che curino i nuovi allacci, ma devi preparare un plico, con tutte le caratteristiche dell'impianto, e spedire il tutto a Milano, e sperare che non si facciano sentire per 10 gg lavorativi.
Non si finisce mai di produrre carte, che poi...ma che ci faranno?
Ok... tanto a casa nuova manca ancora la mostra di una porta, il pezzetto di battiscopa che va accanto alla citata mostra... e i ritocchi del pittore.
In compenso domani andiamo a vedere se finalmente esce l'acqua dai rubinetti... diciamo che almeno una cosa dovrebbe essere andata per il verso giusto e in tempi accettabili.
Ovviamente, se funziona.

Naturalmente la mia connessione va ancora a carbone, e da stamattina, o forse da ieri sera, non mi funziona neanche più la posta elettronica...

La tecnologia mi si ribella?

18 luglio 2008

Sanitopoli (che poi chi è che sceglie questi nomi di m****?)
Ho riflettuto a lungo se parlare o no di questo terremoto giudiziario e politico che ha colpito la mia regione, primo perchè non vorrei parlare di politica qui, secondo perchè anche fuori dal blog lo faccio raramente.

Io non so se le accuse contro l'ex governatore sono vere, spero per lui, la sua famiglia e la sua reputazione di no.
Di certo mi chiedo, e non solo in questo caso, quanto possa valere la parola di un pentito.
Se Angelini (in questo caso specifico) spara a raffica su 25 persone... e alla fine della fiera, diciamo che ci sono prove (vere e documentate, non una somma di indizi) su per esempio, 2 persone... lui, che già è stato incriminato nella precedente inchiesta, avrà i benefici che gli sono stati promessi... giusto?
no comment.
Questo tizio metteva, in una delle più rinomate cliniche in Abruzzo, 3 pazienti al giorno nello stesso letto.
In Abruzzo c'era la maggior percentuale di ricoverati psichiatrici... ops, Villa Pini è una clinica psichiatrica...

19 luglio 2008
Ancora su Del Turco (per fortuna che non ne volevo parlare)
Dal carcere di Sulmona, Del Turco si fa sentire.
E accusa il dott. Angelini di volersi vendicare per le nuove regole imposte dalla regione e ai tagli decisi alla sanità privata... che, ad onor del vero, ci sono stati...
Ok... non è che voglia difendere per forza l'ex governatore, ma mi piacerebbe pensare che gli anni passati nella commissione antimafia, gli anni di Falcone e Borsellino, abbiano lasciato il segno...

21 luglio 2008
Ancora Internet.
Cioè...ancora niente.
Oggi sono venuti due omini con la polo rossa, e stanno ancora trafficando qua fuori.
Provo a pubblicare questo post...
Incrocio le dita!

martedì 8 luglio 2008

Alèèèèèè

Finalmente dopo 6 giorni, e cioè da mercoledì scorso, mi hanno riattaccato l'ADSL!!!
Evvai...
In questi giorni ho scoperto che pagine bianche è anche cartaceo...

martedì 1 luglio 2008

2 Su 2


Evvai oggi!
Le compagnie telefoniche non hanno niente altro da fare che chiamare a ripetizione!
Ma che è??? Si mettono d'accordo quando telefonare tutti insieme e quando no???
Comunque...
L. e V. sono le mie colleghe, T. è sempre la telefonista

Pà: ***Abruzzo buonasera sono Pà.

T. : Salve sono Sabrina di *** la chiamavo per presentare le nuove proposte per la telefonia mobile, ma anche il risparmio per la telefonia fissa;

Pà: Ohhh, ma non deve parlare con me, le passo la collega!


2 minuti di attesa...


L. : ***Abruzzo buonasera, sono L.
T. : Salve, sono Sabrina di *** la chiamavo per presentare le nuove proposte per la telefonia mobile di ***, e le nostre nuove soluzioni per la telefonia fissa:

L. : ah... deve parlare con la collega... gliela passo;


V. : ***Abruzzo buonasera sono V.

T. : Salve sono Sabrina di ***, mi hanno detto di parlare con lei per la telefonia fissa e mobile;

V. : A no,no, le hanno passato la persona sbagliata;


Pà : ***Abruzzo buonasera sono Pà.

T. : Click.


Chissà perchè questo giochetto riesce sempre!!!

Le Ricerche Di Mercato


I protagonisti sono i soliti:
Pà: Pà
T: telefonista di turno
tra parentesi le cose che passavano nella mente di Pà.



T : Buongiorno Signora, le rubo solo qualche minuto, la chiamo da XZY Italia Communications per una semplice ricerca di mercato sull'utilizzo di internet nelle piccole e medie imprese italiane;
: Buongiorno (e che p***e ma proprio io la dovevo prende sta telefonata???);
T: Bene signora approposito di telefono, sa quanto spende in telefonia la sua azienda?
: si (mmm già mi puzza);
T: e quanto signora?
: (e che te ne frega a te?) Intorno ai milaemilaemilamilioni signora;
T: signora sa quanto potrebbe risparmiare con XZY Italia ???
Pà: no, e non mi interessa, grazie.
T: ma signora perchè vuole precludere alla sua azienda la possibilità di risparmiare?
Pà: Ma signora perchè non mi fido delle nuove compagnie che nascono come i funghi e non sanno neanche dove sta di casa un servizio decente.
T: click.
mmm, cominciamo bene la giornata!

DRIIIIN (maledetto telefono)
T: Buongiorno signora, ho chiamato lo 0863 44**** , ma mi hanno detto di parlare con la signora Pà.
Pà: è impegnata sull'altra linea, per che cosa signora?
T: La chiamo dalla XZY Italia Communications, avrei bisogno di farle alcune domande per una ricerca di mercato.
Pà: (ma questa c'è o ci fa?) signora in questo momento non gliela posso passare, e comunque non credo che abbia tempo da dedicarle.
T: ma si tratta di qualche minuto solamente, la richiamo più tardi.

Ok, signore e signori è ufficiale, sono davanti alla sorellagemellaseparataallanascita di Tizia della ditta Taldeitali.

5 minuti fa:
Pà: ***Abruzzo buongiorno sono Pà;
T: Salve signora, cercavo proprio lei!;
Pà: (Porc!!!) Signora mi ha chiamato prima, le ho detto che non siamo interessati, mi ha richiamato dopo 3 minuti e non si è neanche accorta di parlare con la stessa persona, non è necessario fare tutti i numeri di telefono che trova sull'elenco (eh...stavolta glielo ho detto prima);
T: ma signora almeno mi faccia parlare!;
Pà: No signora, non me ne può fregare di meno;
T: click

1 minuto fa:
Pà: ***Abruzzo buongiorno sono Pà;
T: click.

Bè, almeno questa avrà capito???

lunedì 30 giugno 2008

Finalmente...

Oggi alle 11:30 abbiamo appuntamento dal notaio.
Finalmente.
Da questo pomeriggio la casa sarà NOSTRA!!!




... E Stanotte non ho chiuso occhio.

venerdì 27 giugno 2008

In Giro Per Blog...(2)

Ok.
Un cocomero è un cocomero, meglio conosciuto come anguria, è tondo, verde fuori rosso dentro...

E può essere usato per creare opere d'arte..... ???

Guardate qui:



tutte le foto sono qui

Il Giardino di Casa


Ornella dice che il verde è il colore della serenità.

Bè se lo dice lei, io le credo.

Il fatto è che allora in questo periodo, con tutto il balcone/futuro giardino, in fiore e in foglie, dovrei essere molto ma molto più serena, e invece non vedo l'ora che sia finalmente lunedì per tirare un sospiro di sollievo e mettere la parola fine almeno all'andirivieni notaio/banca - banca/notaio.

Per la cronaca: ci sono andata anche stamattina.

Comunque queste sono le mie passiflora, 2 delle 3, perchè l'altra, quella lilla, è sbocciata ad aprile e a maggio e adesso non ne vuole sapere.

Apparte il fatto che ho una mania per le rampicanti (ho anche 3 clemantis meravigliose e molto generose), ma per le passiflora è vero amore.

Soprattutto quella rossa si prende tutti i giorni tantissimi complimenti per come sta crescendo, per quanto è bella, per il profumo... e altre cosine di questo genere che fanno piacere alle piante :)

Comunque le passiflora hanno anche una leggenda molto bella legata al loro nome, ve la racconto a grandi linee:

Un giorno, tanto tempo fa, la primavera ebbe la meglio sull' inverno e tutte le piante fiorirono come per magia.

Ma una piantina non fece in tempo a nascere e quando spuntò dalla terra, la primavera era già lontana.

La piantina pregò il Signore di far sì che anche lei fiorisse come le altre e il Signore la rassicurò che sarebbe fiorita...un giorno.

Passò molto molto tempo.

La primavera anche quell’anno passò e tutte le piante sul Golgota erano fiorite tranne la famosa piantina.

Mentre Gesù saliva sul monte, sotto il peso della croce e tra la folla che piangeva, la piantina pensò che si sarebbe voluta unire a quelle urla e a quei lamenti.

Gesù passò accanto alla piantina, proprio in quel momento, e la bagnò con una lacrima.

Subito fiorì con questa meraviglia strana che sembra porti tutti i simboli della passione: la corona, il martello e i chiodi…

E fu così che la piantina ebbe un nome: la passiflora, il fiore della Passione.

giovedì 26 giugno 2008

Creativando

Se vi trovate dalle parti di Avezzano, sabato fate un salto...









Parlano di noi anche su IL TEMPO di ieri!

aNobii: Readers Challenge


Mi sono iscritta ad un nuovo gruppo su aNobii : Readers Challenge
più che altro per partecipare alla sfida 5 libri (di donne) per 5 mesi, che poi si è rapidamente trasformato in 6 libri in 6 mesi.
La nazionalità delle scrittrici deve essere di 5 continenti diversi, il 6 aggiunto dovrebbe essere una scrittrice italiana.
Per cui, a cominciare dal 1 Luglio, leggerò:
Per rappresentare L' Africa - Calixte Beyala: Come cucinarsi il marito all'africana ;
Per L'America - Isabel Allende: Ritratto in seppia ;
Per L'Europa - Jane Austen: Ragione e sentimento ;
Per L'Asia - Banana Yoshimoto:Chie-Chan e io ;
Per L'Oceania - Colleen McCullough: La casa degli angeli ;
Ed infine per L'Italia - Berarda Del Vecchio: Mi tengo le curve ;

Naturalmente cominciando da Ritratto in seppia, che è l'unico che ho già a casa ;)
Contento, Pò???

martedì 24 giugno 2008

Un 7 Al Posto Di Un 9...



Stamattina non avrei voluto prendermi una mezza giornata di ferie.
Insomma non dovevo andare a spasso, niente shopping in vista, neanche per la casa nuova, niente cose urgenti da fare che richiedessero espressamente la mia presenza.
Ma a lavoro non ci sono andata lo stesso.
Il geometra del notaio, che soprannominerò LO SVEGLIONE, si è accorto di un' incongruenza tra le carte che avevo portato io e quelle trasmesse dalla banca.
Una cosa talmente palese che anche un cieco, con tutto il rispetto, se ne sarebbe accorto alla prima occhiata (triste gioco di parole)...
Una cosa talmente evidente, un 7 dove ci sarebbe dovuto essere un 9, che era impossibile non vedere...
Il che mi fa pensare che ieri era la prima volta che aprivano quel fascicolo.
Dopo che io avevo fatto la pazza venerdì.

Ok.

E quindi che fa lo sveglione???
Mi chiama.
E già perchè uno sta ai comodi suoi e può passare quando vuole lui a comando.
Comunque passo allo studio, mi spiega il problema... Mi inc***o.

Ma non si può correggere a penna???
No, anche se saranno atti da ufficio, non si può correggere a penna.

Motivo per cui devo andare in banca, 70 minuti di fila per parlare con il direttore, ...e ti passa la paura.
Telefono al mio di ufficio...vengo un pò più tardi...

Spiego al direttore quale è il problema, uno stupido 7 dove ci sarebbe dovuto essere un 9.

Si deve ristampare la perizia.

Ok..NO PANIC

Vado io dal geometra che ha fatto la perizia, così facciamo prima.

Dal geometra??? altri 50 minuti ad aspettarlo per un lavoro che poteva fare benissimo la segretaria in 4 secondi esatti, compresa la ricerca forse sarebbe arrivata a 5, se lui l'avesse autorizzata subito... un 7 al posto di un 9.

Con i nervi a mille, corro dal notaio.

Altri 20 minuti di attesa... per farmi dire cosa???

Signora, ma noi questi controlli li dovevamo fare!

E nelle ultime 3 settimane cosa avete fatto???

Tutto per un misero 7 al posto di un 9.

Io non avrei voluto prendere una mezza giornata di ferie... ma arrivare in ufficio alle 12:50 mi sembrava un pò esagerato...

***la rosa in alto è una rosa Missoni, che verrà piantata nel mio giardino, ovviamente se riuscirò ad averne uno, e questa è una delle mie magnifiche dalie.

venerdì 20 giugno 2008

Se Volessi Cambiare Mestiere...


... o se credessi nella reincarnazione, vorrei essere/rinascere notaio.
Mi sapete spiegare cosa fa il notaio???
Oltre ad intascare soldi per transazioni in cui lui non c'entra nulla, che fà di preciso???
Forse è pagato per mantenere in vita delle formule antiquate tipo: "Innanzi a me sono comparsi", oppure "dello stesso ho dato lettura alle parti che approvandolo e confermandolo, con me lo sottoscrivono" o altre cose di questo genere, compreso "addì".
Non venitemi a raccontare che è garante in una transazione, nel fatto che io compro casa, e faccio un mutuo per comprarla, lui che c'entra?
Ahhh, a fare le visure catastali, o le visure ipotecarie...ahhhh forse a questo... a fare carte...
E allora perchè quello a cui noi abbiamo dato l'incarico dopo 20 giorni lavorativi dal suddetto incarico, ancora non ha le suddette carte pronte?????

In Giro Per Blog...

....ho trovato questo...






Non ho resistito!!!!

Tanti Auguri a Teeeeeee!!!


Oggi è il compleanno di un'amica speciale...
Tanti Auguri Silvia!

giovedì 19 giugno 2008

Quant’è Schifa La Vita In Un Call Center (cit.)


Prendo in prestito il sottotitolo del libro: Il mondo deve sapere di Michela Murgia, perchè quella che è iniziata come una bellissima giornata causa inaspettato contatto, si è trasformata prima in una tragedia (ma questo non è l'argomento del post), poi in una serie di esilaranti sketch...
Ore 11:00 più o meno, mi passano questa telefonata, già dal fatto che me l'hanno passata senza attendere che io dicessi 'si ci voglio parlare, no non ci voglio parlare', preannunciava scocciatura.
Piccola premessa: in azienda abbiamo 4 sedi, per un totale di 11 linee telefoniche.
Comunque, la telefonata:
-Buongiorno signora, sono Tizia della Taldeitali, la chiamo per presentarle la nostra azienda che si occupa di prodotti per l'ufficio, siamo un'azienda nuova, importiamo direttamente la marca X e siamo unici distributori in Italia;
- Buongiorno a lei, la ringrazio per averci contattati, ma abbiamo già un nostro fornitore di ...
- Ehhhh ma se lei non mi fa neanche parlare...
E mi riattacca il telefono.
Questa è pazza, l'ho pensato ma non l'ho detto.
Va bè, mi dimentico dell'episodio finchè non mi chiama la segretaria dell'altra sede.
- Pà, ha chiamato una tizia della ditta Taldeitali, ho detto che deve chiamare in amministrazione e parlare con te.
Tempo 3 minuti scarsi, richiama Tizia.
- Devo parlare con la signora Pà
- Sono io.
- Salve signora, la disturbo per presentarle la nostra ditta Taldeitali...
-... che si occupa di prodotti per l'ufficio, signora mi ha già chiamato...
- Ah, lei è la signora CAFONA che non mi ha fatto parlare???
- ********
Click.
Andiamo bene, adesso io sono la signora cafona che non l'ho fatta parlare!
Comunque non demorde e oggi pomeriggio chiama al magazzino, risponde mio padre che per caso passava di lì, le dice che è il titolare ma di queste cose deve parlare con la signora T****** (che sarei io), così tanto per togliersela di torno.
- Buonasera sono la signora tizia, dovrei parlare con la signora T******
-Un attimo gliela passo...
E vedo V. , al di là del vetro, che si sbellica dalle risate, e mi passa la telefonata.
- Buonasera.
- Buonasera sono la signora Tizia della ditta Taldeitali, la chiamo..
- Brutta stronza, ignorante, maleducata che non sei altro, guarda che io sono la signora cafona di prima...
Click.

Allora io vorrei dire a questa signora perchè forse non lo sa:

- Gli elenchi telefonici sono in ordine alfabetico, se uno stesso nominativo ha più numeri telefonici, sono tutti elencati sotto lo stesso nominativo, ma non è necessario chiamarli tutti;
- Se ad uno stesso nominativo corrispondono più indirizzi, sono tutti elencati sotto lo stesso nominativo, ma non è necessario chiamarli tutti, potrebbe sentirsi rispondere di chiamare un indirizzo che lei ha già chiamato;
- A volte capita che sia anche specificato sede amministrativa, filiale o deposito, se chiama una filiale o il deposito, al 90% le diranno di chiamare la sede amministrativa, sa esiste per questo;
- Se chiama qualcuno al telefono dovrebbe essere un pochino, ma solo un pochino più paziente e magari non riattaccare il telefono in faccia, perchè questa è la cosa peggiore che possa fare una telefonista;
- Dovrebbe segnare da qualche parte i numeri che chiama, perchè per 3 volte ha chiamato lo stesso, e non si è nemmeno accorta che ero sempre io;
- Dare della cafona ad un potenziale cliente, le preclude completamente la possibilità di averlo come cliente in futuro;

E aggiungo:
- Spero con tutto il cuore che lei sia una precaria (anche per la sopravvivenza della ditta Taldeitali), perchè questo lavoro non fa per lei, e dovrebbe dedicarsi a qualcosa che le sia più congeniale e non la metta a contatto con altri esseri umani.

E Voi Cosa Collezionate???????? (cit.)


MariaRita ha postato sul suo blog le sua collezione di profumini e di santini.

Come tante persone anche io accumulo accumulo accumulo... con preferenza per le palle con la neve (che sicuramente avranno un nome ma io non lo so :)) le bustine di zucchero e le pins.

Alla fine si può dire che sono diventate una collezione.

Io dovunque vado ne faccio incetta e chiunque può portarmi qualcosa dai posti che visita, sa che deve portarmi tutte le bustine che riesce a trovare.

E, se possibile, anche una palla magari con la base non in plastica... ma se è in plastica va bene lo stesso.

Poi, da un pò di anni mio marito mi regala per ogni Natale un carillon, è una mezza specie di tradizione ed è diventata una collezione anche questa, anche Silvia qualche anno fa me ne ha regalato uno.

Non ho potuto fare la foto ai carillon nè alle pins, ma queste sono le palle e le bustine (le bustine sono tutte rigorosamente piene!) che sono ancora a casa di mia mamma, in attesa del trasloco!