lunedì 24 dicembre 2007



BUON NATALE!

lunedì 19 novembre 2007

Week-end di Shopping...

Sabato sono uscita un'oretta da sola, e mi sono fatta ammaliare dalla vetrina della libreria Mondadori...

Cercavo solo ''Colazione da Tiffany'' di Truman Capote, ma sono uscita con 2 libri.
Uno l'ho regalato a Giuseppe ed è questo Immagine di Come fare un matrimonio felice che duri tutta la vita L' altro era per me Immagine di Il mio cuore veste Zara ''Glam Cheap'', sottotitolo: una vita in offerta speciale.

L'avevo già visto su Glamour, ma poi in libreria lì per lì non l'ho trovato e me ne ero completamente dimenticata.

Appena ho realizzato che avevo comprato altri libri e che mio marito avrebbe (giustamente) avuto da ridire, sono rientrata a casa e ho cominciato a leggerlo.

Stanotte ho sognato di non riuscire ad avere i soldi per arrivare a fine mese e che non riuscivamo a pagare la rata del mutuo... già, ma noi il mutuo ancora non lo facciamo!

Complimenti a Lisa Corva, adesso andrò a cercare anche il suo primo libro!

Ieri invece con Giuseppe, mia sorella e il suo fidanzato, siamo andati a Roma, al centro commerciale ''Porta di Roma'' il sogno delle centrocommercialidipendenti.

Abbiamo preso delle favolose palline bianche per il nostro primo albero di Natale e poi....poi siamo passati di fronte a Fnac, che aveva uno scaffale con i libri in bella vista....

Un richiamo irrestistibile!!! Ne ho presi altri 2!

Uno ''Quella stronza del mio capo'' l'ho incrociato su aNobii e nonpotevononprenderlo! L'altro riportava la magica dicitura ''dall'autrice di LOVE TRAINER'' ed è ''Beata lei..'' e ricordando le risate che mi sono fatta con ''Love Trainer'' nonpotevononcomprarlo!!!
Ma stamattina ho finito di leggere ''Glam Cheap'' e mi sono sentita in colpa...quindi niente altri libri fino a Natale, a meno che io non riesca a leggere tutti quelli che sono già presenti nella mia libreria!
Baci

giovedì 15 novembre 2007

Stamattina dalla porta dell'ufficio...

Stamattina dalla porta del mio ufficio si vedeva questo.

Certo, le nuvole scure non promettevano niente di buono, ma la giornata è stata chiara, abbastanza fredda.

Verso mezzogiorno era tutto limpido, ma la mia digitale aveva deciso di prendersi una pausa di riflessione e non mi è stato possibile documentare gli ulteriori sviluppi.

Adesso non si vede più nulla, un pò perchè è decisamente buio, un pò perchè le nuvole si sono abbassate. Chissà se nevicherà anche stanotte?
Baci,

mercoledì 14 novembre 2007

Hobby ''in sospeso''

Nonostante io abbia un sacco di lavori iniziati e lasciati lì in attesa di ispirazione, ieri mi è capitato di cominciarne uno nuovo.
Nella mia mente bacata è già un segnalibro, ma ovviamente bisogna vedere se mai arriverò all'ultima crocetta.
E' un kit in regalo con Cross Stitcher, una rivista inglese a cui sono abbonata da anni; l'ho iniziato perchè è in linea con la mia crescente passione per l'Oriente e il Giappone in particolare.
Non è uno schema particolarmente complicato, nè tantomeno grande, anzi, ma il mio tempo libero è davvero poco, e la voglia di crocettare ancora meno.
Speriamo che la novità mi stimoli per qualche giorno!
Baci,

martedì 13 novembre 2007

Hobby & Co.

Nei due post precedenti ho parlato di libri, perchè al momento sono in fissa con la lettura, leggo appena ho un momento libero, leggo di tutto.
Ma la lettura non è il mio solo hobby, e neanche il principale, il mio hobby è il ricamo, e precisamente il punto croce, anche se non disdegno l'uncinetto e il tombolo.
In questo periodo sono in stanca creativa, non mi va di fare nulla, anche se ho tante cosine cominciate che naturalmente non riuscirò a regalare a Natale perchè non saranno finite in tempo.
Vi mostro questo, è il bavaglino che ho regalato qualche settimana fa ad Aurora, che nascerà a dicembre.
Baci

lunedì 12 novembre 2007

Di nuovo Libri...

Il 3 giugno mi sono sposata, e per il viaggio di nozze abbiamo scelto il Giappone, un paese che fosse sufficientemente ricco da non farci sentire in colpa per essere turisti; che fosse superbamente tecnologico per interessare Giuseppe e che avesse secoli e secoli di storia affascinante e misteriosa per interessare me.
Qualche settimana prima del matrimonio, per caso, ho trovato un libricino Feltrinelli in offerta...e l'ho comprato. Era ''L' Abito di Piume'' di Banana Yoshimoto.

UN COLPO DI FULMINE!

L' ho letto d'un fiato (anche perchè non è che fosse poi così lungo!); ho costretto Pò ad accompagnarmi alla libreria Mondadori, e ho preso tutti i libri di Banana Yoshimoto che aveva.
Li ho letti in luna di miele, tra l'altro uno era proprio ''Honeymoon''.

Mi piace come sono scritti, mi piace in particolar modo che i pensieri dei personaggi abbiano voce... tra l'altro ho riscontrato questa stessa cosa anche in un altro libro, sempre di uno scrittore giapponese "Quando cadrà la pioggia tornerò'' ; danno molta importanza a ciò che uno pensa, al suo mondo interiore, al processo mentale con cui vengono maturate le decisioni, è un pò come nei cartoni giapponesi in cui il buono pensa tutta la spiegazione di quello che sta facendo il cattivo, pensa al possibile modo di difendersi e di attaccare (magari prende anche il caffè) e intanto il cattivo rimane lì che aspetta, fermo come un broccolo!

Sabato, Pò ed io siamo andati a Chieti, a Megalò; ho visto subito un libro che cercavo da tanto ''Kitchen'', il primo libro di Banana Yoshimoto tradotto in italiano, ma Giuseppe non mi ha permesso di comprarlo...ha detto che ne ho ancora tanti da leggere a casa...

Ieri sono uscita con la mia amica, siamo andate a fare un giretto al supermercato (anche perchè che fai ad Avezzano di domenica pomeriggio??? ) ed il libro era lì, che occhieggiava dallo scaffale, che diceva: "eccomi quiiii!!! con il 15% di sconto!!! Non vorrai lasciarmi qui solo???"
E l'ho salvato! Non mi sentivo proprio di lasciarlo solo sullo scaffale pieno di pompose edizioni rilegate, povera piccola edizione economica Feltrinelli!
Segno del destino???
Baci

sabato 10 novembre 2007

aNobii

Ho da poco scoperto aNobii e già ne sono drogata!
Guardando le librerie degli altri utenti, ho scoperto dei libri che vorrei o avrei voluto leggere, sono infiniti e la mia lista dei desideri si allunga, si allunga, si allunga!!!

Come scelgo i miei libri? Principalmente dalla copertina, che deve essere allegra e colorata, poi, se mi va, leggo il retro copertina... ma spesso decido già che saranno miei alla prima occhiata al titolo.
In genere scelgo le edizioni rilegate, le trovo più preziose e difficili da sciupare di quelle economiche, non faccio orecchie alle pagine e non lascio appunti ai margini, insomma cerco di lasciarli nel miglior stato possibile, come se non fossero mai stati toccati!
Quando li compro, scelgo il penultimo del mucchio, quello che non è ancora mai stato sfogliato, poi controllo e la copertina sia intatta e che non ci siano fogli incollati fra loro....

Per me i libri devono essere leggeri, scritti in maniera scorrevole, con delle descrizioni accurate ma non minuziose, in modo da stimolare la mia immaginazione.
Quando leggo un libro mi ci immergo totalmente, i personaggi mi diventano familiari come se fossero in carne e ossa, e le ambientazioni vengono ricreate nella mia mente come se fossero posti che ho davvero visitato.

Non mi interessa se diventeranno bestseller o se rimarranno delle stupide prime edizioni di cui non si saprà più nulla, per me un libro è un' evasione, non devono essere necessariamente grandi opere, a volte mi dispiace di essere arrivata alla fine, e di non sapere altro dei personaggi... in un certo senso, è come se mi ci fossi affezionata!

Anche se leggo di tutto, preferisco le storie allegre e sentimentali, oppure dei bei romanzi storici, come quello che ho appena finito di leggere ''La Signora dell'arte della morte'', un CSI ambientato nel Medioevo, davvero avvincente, mi dispiace di averlo già finito!
E adesso mi è venuta voglia di leggere ''Mondo senza fine'', di Ken Follett; veramente me lo ha regalato mio marito per il mio compleanno, ma fino ad adesso non ero dell'umore adatto per leggerlo.
Poi aver letto tante critiche poco entusiaste aveva inizialmente frenato il mio slancio, anche se, ad essere sincera, la maggior parte delle volte non dò peso a cosa pensano gli altri lettori di un libro, ogni critica è sempre soggettiva e dipende da troppi fattori per lasciarsi influenzare.

Non ho mai letto un classico, di quelli veri, tipo Defoe o Calvino, un pò perchè sono prevenuta un pò perchè non mi è mai capitato (sicuramente perchè le copertine non hanno colori affascinanti!)
Curiosando su aNobii ho che quasi tutte le librerie che mi piacciono contengono almeno un libro di Camilleri e un Harry Potter...penso proprio che dovrò assolutamente leggerne uno anche io!!!
Alla prossima!