lunedì 26 maggio 2008

Tristezza & Altre Cose...


Quando le cose non vanno come vorresti, ma non dipende da te, quando trovi degli ostacoli insormontabili, e non c'è niente che tu possa fare per aggirarli tranne aspettare, quando di fronte ti trovi un muro, vestito da muratore, che non capisce, o meglio non vuole capire, quello che cerchi di spiegare e pensa che tu debba essergli grato per questo, quest'altro e quell'altro motivo, invece di protestare, allora ti senti dentro una marea che cresce e si alimenta della tua rabbia, della tua impotenza, e della tua tristezza, e rischia di travolgerti.

Che fai?

Hai 2 possibilità:
1) piangi in un angolo, e dai sollievo alla tristezza e ai nervi;
2) ti metti ad urlare & fai la pazza, ma sfoghi solo i nervi;

Oppure...
Cerchi qualcosa che sia più triste di te.


E allora faresti bene ad avere in casa un libro di Banana Yoshimoto.
Ieri e sabato ho letto H/H, sono due racconti sulla morte.
Cioè, detto così potrebbe sembrare che siano racconti proprio sulla morte, no, sono racconti sui ricordi, sulle riflessioni e sugli stati d'animo generati da questo evento, in perfetto stile Yoshimoto.
Davvero dei bei racconti, di quelli che potrebbero farti far pace con il mondo.
Ma a volte non basta.
E nonostante i pensieri profondi ispirati dalla Yoshimoto e nonostante oggi l'Enel si sia degnata di venire a mettere una bella scatola bianca nel vano porta-contatori, la vista si appanna inspiegabilmente.

E' proprio così... non ci resta che piangere.

1 commento:

Mariarita ha detto...

Carissima MariaPaola, che dire chi nella vita non ha mai provato una tale sensazione, alzi la mano!!!
Muratori saputelli o tonti, idraulici introvabili, enel telecom e gas per carità...poi arriva un giorno che tutto questo è solo un brutto ricordo e la tua prima notte nella casa diventa un sogno è una favola!!! Pensa che noi ci abbiamo messo quasi un anno a "buttar fuori" l'inquilina nella nostra casa e noi si pagava l'affitto!!! Posso capire la tua tristezza e il tuo sgomento...cara la prossima volta leggi un libro della Litizzetto, almeno ti fai due risate...senza nulla togliere alla B.Yoshimoto...tristissima ma brava!!!
Bacioni Mrita